Tanto per sognare: i regali che non saranno sotto il (mio) albero di Natale

Vi capita mai? Perdersi nelle pagine dei giornali di moda sognando di comprare questo e quello ben sapendo di non averne la possibilità finanziaria! Io leggo tutti, proprio tutti i prezzi dei capi che compongono gli outfit delle modelle, e che di solito sono a quattro cifre (tranne ovviamente il dolcevita Intimissimi, a due cifre, che spunta appena appena dal pullover Prada, costosissimo). Un gioco crudele? Ma no, un gioco utile per rinverdire i desideri e la fantasia. Ecco i miei sogni che non diventeranno realtà:

Il blazer Bottega Veneta con la gonna intrecciata stilosissima

L’elegante coat white Christmas firmato Emporio Armani.

La tracolla testa di serpente di Bulgari

Vari outfit firmati Cruciani, caldi, avvolgenti, luminosi

Borse firmate Gucci. Inutile commentare! Le amo sono una mia debolezza

Scarponcino Louis Vuitton. Fantastico con le gonne plissè e i vestiti floreali

Borsa Dior scerling e pelle, sì logo!

Sneakers e eyewear Gucci. Il colore estivo in pieno inverno. I sogni son desideri cantava Cenerentola (o era Biancaneve? 🤔) e nel mio mondo i desideri non finiscono mai… 😊

Ritorno al Blazer

Il classico che riappare, magari un po’ reinventato ma sempre il caro vecchio blazer, utile e pratico per i primi freddi, chic e cittadino oppure sportivo per i week end in campagna, versatile appunto e perciò immancabile nel guardaroba

La tendenza è il doppiopetto lungo, come lo propone Max&Co, da sovrapporre alla gonna che spunta sotto o a vestito.

Sempre di Max&CO, l’argentato effetto metallico da giorno

Marinaro, doppiopetto Weekend Max Mara, très chic al maschile

Il check di Arket si ispira alle passeggiate nelle brughiere nebbiose del nord Europa

Mentre il velluto colorato di Benetton dà vita ad un outfit più sbarazzino e divertente

Ottod’Ame strizza l’occhio all’oriente: giacca a Kimono e pantaloni a gamba larga, per uno stile votato all’originalità

Ritorno alla donna in carriera per Sportmax, con due esempi di blazer classici, grigio chiaro e gessato, ad uso “professionale”

Come il monobottone firmato Armani, taglio corto per una versione più sexy.

Bene, l’offerta è ampia e varia. Ma come si porta il blazer in questo autunno 2019? 🤔

Ma con gli shorts ovviamente

Meglio se molto aderenti

E cintura ben stretta in vita (sì al logo)

Variante al blazer? il combo gilet e shorts, come nel Principe di Galles di Max Mara! Non ci resta che scegliere! 😊

Cambiamento in divenire

Della presentazione alla collezione Spring-Summer 2020 di Gabriele Colangelo, L'”idea del cambiamento in divenire” è la frase che mi ha catturato e rende in sintesi il carattere di questi capi fluidi, minimalisti e delicati come steli di fiori, dai colori lievi che si immergono l’uno nell’altro, giallo tenue, sabbia, albicocca, azzurro chiaro, per sprofondare in un ideale di bellezza classica e moderna al contempo.

Cut out accurati ed inserti di rete, cinture intrecciate ad anelli dorati, frange che decorano borse e capispalla, sandali attorcigliati in pelle e in tela, abbelliscono con arte i capi della collezione.

Le borse maxi, così protagoniste che risulta difficile catalogarle come accessorio, sono shopper lunghe o squadrate, decorate con frange, anch’esse dai colori leggeri

Questa piccola scelta della collezione dimostra la ricerca raffinata e lo studio approfondito sempre presente nel lavoro di Gabriele Colangelo, al quale rivolgo il mio più sentito grazie per l’invito alla sfilata e al quale auguro di continuare con successo e determinazione il suo lavoro.

Intanto la settimana della moda milanese si avvia alla conclusione. Questo fine settembre si porterà via i colori accesi dell’estate che sta morendo, tra i selfie delle influencer e le camminate nervose degli operatori del settore in rincorsa tra una sfilata e l’altra. Ma nessuna tristezza! Ora con l’autunno si apre un’altra stagione di caccia al must have! Che è….

L’inconfondibile leggerezza della linea

Ci siamo!

Apre finalmente, dopo tanti annunci e altrettante smentite, Uniqlo Italia, con uno store in piazza Cordusio a Milano.

Il famoso brand giapponese, rappresentato in quasi tutti i Paesi del mondo tranne, fino ad oggi, nel nostro, si è infine imposto con uno store in centro Milano che calamiterà tra una settimana la curiosità di molte fashion curiose, incluso la sottoscritta.

Uniqlo è famoso non per imporre le bizzarrie della moda ma per offrire capi classici pratici e adatti alla vita di tutti i giorni, che non decadono nel gusto nel giro di una stagione ma che rimangono nel tempo e nel guardaroba.

Le linee sono morbide e essenziali, i colori mai stridenti negli accostamenti. Le gonne midi, le maglie over, i pantaloni a gamba larga, costruiscono una serie di outfit armoniosi e portabili in ogni occasione

Uniqlo esprime il buon gusto nella semplicità e si rivolge ad un tipo di persona, uomo o donna che sia, attenta allo stile ma senza inutili provocazioni e volgarità

Queste immagini sono un assaggio di quello che è lo stile Uniqlo e quello che ci aspetterà dietro alle magiche vetrine del negozio di Piazza Cordusio. Rullo di tamburi: l’Autunno è servito! 😊

Un po’ di fresco

Dove dove si può trovare un brivido freddo in questo torrido agosto? Ma nelle novità delle collezioni autunno inverno prossimo! Che tra l’altro sono molto simili a quelle dell’inverno passato 🙄… ma vediamo con ordine!

Primo: Sì Logo

Macché sobrietà e semplicità, se hai un vestito firmato lo deve sapere tutto il mondo. Anche se, tra Anna Franchi e Burberry, direi che la prima ci ha più preso scivolando nell’ironia sbarazzina che alleggerisce lo show off.

Secondo: Mi vesto da maschietto

Sono i boyfriend i pantaloni più cool della prossima stagione, e ce ne da un esempio di come si indosseranno Gucci.. con cravatta e bretelle, ovvio. Ma senza essere così estreme, vanno benissimo anche con una camicia super femminile con cut out e trasparenze..

terzo: Regina di fiori

Applicati

Disegnati

In forma di orecchini, basta che ci siano tanti tanti fiori.. Prada docet.

Quarto: Animalier si, meglio pitonato

Sono di Saucony le pitonate più versatili, con il grigio che fa da sponda al dorato quasi a chiedere scusa di questo spudorato trash.. da abbinare con tutto

Quinto: Un cerchio alla testa

Ermanno Scervino ci vuole tutte con i cerchietti da scolaretta, classici bombati o piatti a coroncina. Il must di stagione è in ogni caso adornare la nuca con qualcosa, qualsiasi cosa, una forcina, una molletta, un gioiello.. insomma qualcosa!

Sesto: Scacco matto

Dior impone gli scacchi. Beh, se le righe sono estive, l’inverno non può essere che Check.. con la variante tartan, ovviamente

Settimo: Fumetti

Tendenzialmente non li amo. Eppure non escono dalla classifica delle cose da avere nell’armadio. Questo maglione GCDS per Disney è un esempio di ciò che vedremo nelle strade cittadine il prossimo autunno, al rientro in città, quando il clima sarà più vivibile. E fino ad allora, buone vacanze! 😎🏖

Tendenze Insta

L’estate? Si condivide. Ovvio, su Instagram! Così come si condividono stili, tendenze, nuovi mood. Non c’è come aprire questa vetrina virtuale, ma alla fine neanche poi tanto virtuale, per scoprire i must have di stagione. Come ad esempio..

Trasparenze. Alberta Ferretti pubblica questo abito leggero da indossare nelle sere d’estate sopra un semplice costume.. il vedo – non vedo è sempre efficace. Soprattutto se come in questo caso, è molto “vedo”.

Camicia bianca. È Elle Uk che posta l’outfit classico ma rivisitato, camicia bianca su pantaloni blu. Troppo classico per fare tendenza? Beh il divertimento sta nell’abbinamento con l’occhiale da sole.

Ciabatte. Super flat e coloratissime, le ciabatte, o sabot, spopolano. Le più pubblicizzate sono le Birkenstock, che io però proprio non amo. Meglio queste divertentissime pubblicate da Topshop!

Floreale. Non si può fare a meno di un mini o maxi dress di disegno floreale. Sisley pubblicizza su Instagram i suoi. Accostamento di colori 🔝.

Wide Legs E se lo dice Dior, con questo scatto affidato ai social, ci dobbiamo credere. Basta panta coulotte e caviglie scoperte, meglio pantaloni palazzo e jeans a gamba larga.

Oblò Elle Italia cita Paco Rabanne, Top shop offre ai nostri sguardi la camicia a pois con cut out sulla schiena. L’importante è mostrare un (pezzettino) di nudità

Figlie dei fiori Più che di tendenza, intramontabili anni ’70, nel Mini dress di Verdissima e abito bianco con balza e motivo sangallo di Top shop. E voi di che tendenza siete? 😉

Orizzonti Marini

Lei era una sirena intrappolata nella rete di un peschereccio

🦀 Altuzarra dress

Ma una volta a riva, si trasformó in una giovane ragazza dalla pelle di salsedine, cameriera di giorno e curiosa turista glamour di notte

🐙 gonna a matita N21

La domenica al mare la sabbia le si impigliava tra le dita e sui capelli

🦑 Sabot Autre Chose – Bag Accessorize

Ma di giorno tra i mercatini e le botteghe difronte al porto scoprì nuovi stili e vecchi bijoux

🐠 Bracciale con conchiglie Radà – borsa Cult Gaia

Mai avrebbe pensato che la vita sulla terra fosse così colorata e divertente, libera e spensierata

🐳 Occhiali Le Specs – Shopper PVC trasparente Gum Design

Ma poi, un bel giorno, si innamorò..

🦐 Borsa in midollino Cocinelle.